l’EstroVerso è un periodico culturale.

Un nome, l’EstroVerso, per un duplice significato: l’inventiva del verso (pensiamo alla forza creativa della parola) e l’estroversione connaturata al desiderio di condividere (in libertà) due passioni indissolubili, scrittura e lettura.

l’EstroVerso, che rivolge peculiare attenzione alle riflessioni critiche, alla letteratura, all’arte e alla poesia, auspica l’attenta “partecipazione” di un pubblico esteso, senza limiti d’età, tant’è che tra le proprie pagine ospita (anche) la coloratissima rubrica Biblioteca Birichina, a cura della scrittrice pugliese Anna Baccelliere, impreziosita dalle squisite illustrazioni di Giordana Galli.

l’EstroVerso è una rivista con una cifra autoriale germogliata spontaneamente e altrettanto spontaneamente in crescita. Lo studioso Matteo M. Vecchio, di recente, dell’EstroVerso, ha scritto e, simpaticamente, sottoscritto: “teneramente raffinato, a livello anche editoriale. Per non parlare del livello dei contenuti. Un periodico letterario finalmente estraneo alle consolidate logiche curiali”. Sarà forse per questo che collaborano con l’EstroVerso, offrendo “con grazia” idee in gemme di scritti (preziosi), scrittori, poeti, giornalisti e artisti da tutta Italia e, di recente, anche dall’estero? Citiamo, da Norimberga, gli originali contributi della scrittrice e pittrice bilingue Alessandra Brisotto.

Numerose rubriche animano le pagine estroverse, tra queste:

L’Aforisma di Claudio Bagnasco;

L’Antro della Pizia, narrazioni inedite della scrittrice Savina Dolores Massa;

La Recensione di Sandro De Fazi;

l’étranger, approfondimenti critici su poesia e poeti stranieri di Davide Zizza;

La riva sinistra, traduzioni e commenti critici a testi poetici di autori prevalentemente in lingua inglese e francese a cura di Andrea Giampietro;

EscogitArte, accattivanti imbeccate artistiche della catanese Elisa Toscano.

E, ancora, l’Editore Racconta (Marsilio, Jaca Book, Prova d’Autore, Barbès Editore, Hacca Edizioni, Il Maestrale, La Vita Felice, L’Arca Felice…), Allo specchio di un quesito (Federica Manzon, Michela Marzano, Alessandro Zaccuri, Tea Ranno, Nina Maroccolo, Maria Grazia Calandrone, Davide Orecchio…), l’Autore Racconta (Emma La Spina, Rosa Matteucci, Nadia Cavalera, Letizia Dimartino, Andrea Ponso, Gabriella Genisi, Elisa Ruotolo, Nicola Vitale, Roberto Deidier, Mario Fresa, Massimo Morasso…) e Parola d’Autore (dedicata al valore intimistico e contemporaneo della scrittura con, tra gli altri, le inesauribili considerazioni di Franco Arminio, Eva Clesis, Giorgio Fontana, Marco Dotti, Antonio Castronuovo, Giovanna Frene, Silvia Rosa, Tommaso Di Dio, Anna Ruotolo, Alessandro De Roma, Marco Bini, Margherita Rimi, Giuseppe Scaraffia, Francesco Palmieri…).

Volendo fare un’incompleta mappatura delle partecipative penne, ricordiamo, da Milano, la presenza delle stuzzicanti riflessioni critiche del poeta Fabrizio Bernini; da Teramo, Carina Spurio, come da Catania Raffaella Belfiore, con urgenti e pungenti temi di attualità; da Viterbo, Daniele Cencelli con screziate nozioni storico-artistiche. E, sempre, da Catania, il poeta Luigi Taibbi con Notturni.

De l’EstroVerso non può negarsi il temperamento lirico lievitato con il fervido apporto del poeta e critico letterario Luigi Carotenuto, responsabile principalmente della rubrica Poesia e delle interviste a tema come quella rivolta ad Ada De Alessandri, moglie di Bartolo Cattafi, che ha voluto donarci una deliziosa testimonianza, o, più di recente, alla poeta e pittrice Cristina Annino.

l’EstroVerso ha lo sguardo proteso con curiosità verso la poesia senza limiti di genere, scuole o indirizzi poetici. Ciò che più interessa sono l’originalità stilistica, la capacità emozionale e comunicativa di coloro che scrivono. Convenite?

Grazia Calanna

(Direttore Responsabile l’EstroVerso)