Spettacoli

A Fleri la festa a ballu e il balfolk del quartetto Le Matrioske

Sarà Fleri (frazione di Zafferana Etnea) ad ospitare il secondo evento Off di Alkantara Fest,  il festival di word e folk music organizzato dall’associazione Darshan e diretto artisticamente da Mario Gulisano.

Martedi 3 agosto a partire dalle ore 21 la piazza di Fleri ospiterà Le Matrioske e la loro Festa a Ballu del Sud Italia. Il quartetto palermitano – composto da Ciccio Piras  voce, chitarra, organetto e grancassa; Simona Ferrigno tamburi, voce e danze;  Virginia Maiorana fisarmonica e voce; Antonio Putzu friscaletti, zampogna, clarinetto, sax soprano e voce – proporrà un repertorio da ballo che spazia dalle antiche ed effervescenti sale da ballo siciliane ad un balfolk europeo (danze di origine popolare e dalla musica folk insieme) tinto di sonorità mediterranee. Un quartetto di musicisti che compone, esplora e vuole valorizzare il patrimonio immateriale della musica e della danza tradizionale. La musica de Le Matrioske è radicata in Sicilia e fedele ai passi di danza, ma guarda al resto d’Europa e alle mescolanze di stili, secondo una ricerca coerente che valorizza e attualizza la vitalità presente in ogni danza. Il nome stesso della band è infatti una metafora del gioco di combinazioni tra popoli e culture che si incrociano come nella danza popolare. La danza è al centro del repertorio de Le Matrioske, accompagnate sia da composizioni originali che da rielaborazioni di suonate tradizionali.

L’edizione 2021 di Alkantara Fest si concluderà martedì 10 agosto a La Terra di Bò (Viagrande) con “Alkantara Party”, una grande festa di chiusura con tanti ospiti, organizzata all’insegna del buon cibo, della buona musica e del buon vino.

l'EstroVerso

Un nome, l’EstroVerso, per un duplice significato: l’inventiva del verso (pensiamo alla forza creativa della parola) e l’estroversione connaturata al desiderio di condividere (in libertà) due passioni indissolubili, scrittura e lettura.

Share
Pubblicato da

Recent Posts

Roberto Lamantea, “Uno strappo bianco”, per un percorso poetico “educato all’indipendenza”.

tre domande, tre poesie Con uno sguardo disilluso e strenuamente innamorato del mondo, Roberto Lamantea…

25 Giugno 2022

Luigia Sorrentino, “Piazzale senza nome”, poesia che conduce verso “luoghi” reali.

Versi correnti di Luigia Sorrentino, «la luce divora gli infermi/ il tempo è una goccia…

24 Giugno 2022

Ciao Patrizia!

La vittoria di Patrizia Cavalli, nel 1993, con il libro "Poesie (1974-1992)", edito da Einaudi,…

22 Giugno 2022

#1Libroin5W.: Elisa Audino, “Orata in offerta”, Capponi Editore.

CHI? La protagonista è Martina, commessa al banco del pesce di un supermercato di provincia…

22 Giugno 2022

Vito M. Bonito, «oltre/ la striminzita misura umana», e intorno al “Di non sapere infine a memoria”.

Bisogna «andare oltre/ la striminzita misura umana», oltre il «materialismo militante», oltre «l’annientamento degli uomini»,…

21 Giugno 2022

Milo De Angelis, “ogni poesia riuscita è una fiammella che percorre l’oscurità”.

Poesia che abita «in un luogo tremendo e solitario, dove nessuno/ resta intatto». Poesia come…

17 Giugno 2022