Cultura & Società

Festival dell’Ecosofia con Tiziano Fratus a cura di “L’albero Filosofico”.

Giornata Mondiale della Terra

Il tessitore di foreste – Una giornata con Tiziano Fratus

Sabato 23 aprile 2022, Monastero Benedettino Beato Dusmet, Nicolosi (CT)

Un evento organizzato da Albero Filosofico – Counseling Filosofico

Anima arborescens

– s. f. [dal lat. anima, anima, spirito, e arborescere, frondare, rinasce sottoforma di albero] – Un individuo che percepisce un sentimento di fratellanza, prossimità e intimità con gli alberi e tutto quel che abita un bosco o una foresta.

 

Radico ergo sum / Meditazione mattutina

Ore 10.00 – Introduzione alla meditazione silvestre. Abitare il proprio spazio e il proprio tempo. Meditazione, cammino, contemplazione. Inaugurazione del proprio Eremo delle radici (Ne-an), un taccuino da usare per le meditazioni di alba e tramonto. Tre cose che vorremmo fare in giornata. Una cosa che ieri non abbiamo fatto ma avremmo dovuto fare. Una persona a cui chiedere scusa per un nostro torto o errore.

Oratio silvestris / Laboratorio di ecosofia ed ecologia profonda.

Ore 12.00 – Lettura di testi americani, italiani, francesi

Ore 13.00 – Esercizio di scrittura: proviamo a raccontare la meditazione della mattina e come questa esperienza potrebbe essere interessante per altre persone. Lettura e discussione di alcuni elaborati.

Ore 14.15 – Pranzo conviviale.

I sandali del Buddha / Laboratorio di poesia buddista.

Ore 15.30 – Lettura di testi dalle tradizioni ch’an cinese, zen giapponese e seon coreana.

Ore 16.30 – Scrittura di poesie autobiografiche su modello dei testi letti in precedenza. Lettura e discussione di alcuni elaborati.

Ore 17.30 – Tè e biscotti.

Ore 18.00 – Presentazione dei silvari di Tiziano Fratus, Alberi millenari d’Italia (Gribaudo) ed Il sole che nessuno vede. Meditare in natura (Ediciclo)

Orchestra dei semi e delle radici / Meditazione al tramonto.

Ore 19.00 – Salutare il giorno. Meditare su quel che abbiamo fatto, nuovi appunti sull’Eremo delle radici (Ne-An): farsi un elenco delle cose positive ed uno delle cose negative. Quel che dovremmo recuperare perché non siamo riusciti a farlo bene. Quel che dovremmo fare daccapo perché non siamo stati all’altezza o non abbiamo onorato il nostro impegno. A chi dobbiamo chiedere scusa per i torti o la nostra leggerezza? Salutare il giorno possibilmente leggeri e districati.

L’autore

C’è un poeta di campagna che abita una casa ai margini del bosco, laddove si esaurisce la costanza della pianura e si snodano le radici delle montagne; si inchina agli alberi e pratica una meditazione buddista e agreste. Tiziano Fratus ha pellegrinato in foreste maestose per cucire i passi di una storia umana, arborea e spirituale, compresa fra “la carta e la corteccia”, coniando concetti quali Homo Radix, Dendrosofia, Silva itinerans e Anima arborescens. In California ha perlustrato e meditato tra i più vasti, alti e annosi alberi del pianeta, in Giappone ha visitato templi, canfori millenari e isole-foresta, in Italia ha ascoltato il silenzio tuonante dei patriarchi vegetali presenti in città, giardini storici e riserve, talora riconsegnando poesie e parole nei boschi e tra le montagne dove sono nate. Nomade editoriale, Fratus ha scritto reportage e articoli per quotidiani e periodici – fra gli altri La Stampa, La Repubblica, Il Manifesto, La Provincia, Natural Style e La Verità – ed è autore di una costellazione di opere che abbraccia poesia, narrativa, saggistica e fotografia, capitoli di un vasto silvario pubblicato da editori di ampia diffusione – Feltrinelli, Bompiani, Laterza, Einaudi, Mondadori – e indipendenti – Ediciclo, Lindau, Pelledoca, Bolis, Fusta, Effatà, Libreria della Natura, Edizioni della Meridiana. I capitoli più recenti sono: Giona delle sequoie (Bompiani), Sogni di un disegnatore di fiori di ciliegio (Aboca), Alberi Millenari d’Italia (Idee Feltrinelli – Gribaudo), Eremo delle rose e delle radici – In cammino tra le voci dello Zen Italiano (Radio Francigena). E’ voce dei grandi alberi per la trasmissione Geo di Rai 3. Le sue poesie sono state tradotte in dieci lingue e pubblicate in venti paesi. E’ in preparazione il quaderno buddista Sutra degli alberi. Sito: Studiohomoradix.com

Per informazioni e iscrizioni contattare l’associazione Albero Filosofico

Tel.: 340 39.22.676 | Email: alberofilosoficoitalia@gmail.it 

l'EstroVerso

Un nome, l’EstroVerso, per un duplice significato: l’inventiva del verso (pensiamo alla forza creativa della parola) e l’estroversione connaturata al desiderio di condividere (in libertà) due passioni indissolubili, scrittura e lettura.

Share
Pubblicato da

Recent Posts

San Mauro Castelverde, dove dormire?

San Mauro Castelverde (“Santu Mauru” in siciliano) è un comune italiano della città metropolitana di Palermo…

27 Giugno 2022

ARTE. Scalamatrice33. “Alchimie degli elementi” di Maria Buemi ed Ezio Cicciarella.

Scalamatrice33 organizza la mostra “Alchimie degli elementi” di Maria Buemi ed Ezio Cicciarella. La mostra,…

27 Giugno 2022

Roberto Lamantea, “Uno strappo bianco”, per un percorso poetico “educato all’indipendenza”.

tre domande, tre poesie Con uno sguardo disilluso e strenuamente innamorato del mondo, Roberto Lamantea…

25 Giugno 2022

Luigia Sorrentino, “Piazzale senza nome”, poesia che conduce verso “luoghi” reali.

Versi correnti di Luigia Sorrentino, «la luce divora gli infermi/ il tempo è una goccia…

24 Giugno 2022

Ciao Patrizia!

La vittoria di Patrizia Cavalli, nel 1993, con il libro "Poesie (1974-1992)", edito da Einaudi,…

22 Giugno 2022

#1Libroin5W.: Elisa Audino, “Orata in offerta”, Capponi Editore.

CHI? La protagonista è Martina, commessa al banco del pesce di un supermercato di provincia…

22 Giugno 2022