Spettacoli

[TEATRO PALERMO] Al Teatro Agricantus ancora “Atti unici di madre vedova” con Pandolfo e Manera.

Ultimo weekend di repliche (al chiuso) al Teatro Agricantus di Palermo da venerdì 8 a domenica 10 aprile di “Atti unici di madre vedova”, il nuovo spettacolo del sodalizio artistico formato da Antonio Pandolfo e Marco Manera, prodotto dal teatro di via XX Settembre, che si incontrano ancora una volta sul palcoscenico per una esilarante commedia degli equivoci che non lesina colpi di scena.

Cosa succede se due siciliani finiscono in Paradiso? O meglio, come reagiranno quando scopriranno di dovere sostenere un esame, per capire se sono degni dell’alto dei cieli? Attingendo alla migliore tradizione del teatro comico “Atti unici di madre vedova” è uno spettacolo divertente ambientato nel Purgatorio e che racconta in maniera surreale l’avventura di due siciliani, che si chiamano Marco e Antonio proprio come i nostri due beniamini, che si ritrovano nella “zona di mezzo” della volta celeste.

Nonostante la sacralità del “luogo” i due,  in maniera sprovveduta, combineranno tanti divertentissimi disastri che si susseguiranno senza sosta per tutto lo spettacolo e che solo un angelo, interpretato da Rosanna Mercurio,  proverà ad arginare.
Quello fra Marco Manera e Antonio Pandolfo è un sodalizio artistico nato nel 2018 e ormai rodato, molto apprezzato dal pubblico anche negli spettacoli “Onestamente disonesti” e il più recente “Chi si salva è perduto”.

Venerdì 8 e sabato 9 aprile “Atti unici di madre vedova” andrà in scena alle ore 21, domenica 10 aprile alle ore 18. Prenotazioni al numero 091309636.

 

INFORMAZIONI

Teatro Agricantus, via Nicolò Garzilli 89 Palermo, Biglietteria via XX Settembre, 80 – Tel. 091 309636
Da martedì a sabato ore 11.00 – 13.30 e 17.00 – 20.00; domenica ore 17.00 – 20.00

Biglietteria on line: www.agricantus.cloud https://agricantus.organizzatori.18tickets.it/

Rassegna Teatro Comico
Biglietti: intero €  16; ridotto carte sconto, cral, under 25 e over 65 € 14; web €  16

l'EstroVerso

Un nome, l’EstroVerso, per un duplice significato: l’inventiva del verso (pensiamo alla forza creativa della parola) e l’estroversione connaturata al desiderio di condividere (in libertà) due passioni indissolubili, scrittura e lettura.

Share
Pubblicato da

Recent Posts

San Mauro Castelverde, dove dormire?

San Mauro Castelverde (“Santu Mauru” in siciliano) è un comune italiano della città metropolitana di Palermo…

27 Giugno 2022

ARTE. Scalamatrice33. “Alchimie degli elementi” di Maria Buemi ed Ezio Cicciarella.

Scalamatrice33 organizza la mostra “Alchimie degli elementi” di Maria Buemi ed Ezio Cicciarella. La mostra,…

27 Giugno 2022

Roberto Lamantea, “Uno strappo bianco”, per un percorso poetico “educato all’indipendenza”.

tre domande, tre poesie Con uno sguardo disilluso e strenuamente innamorato del mondo, Roberto Lamantea…

25 Giugno 2022

Luigia Sorrentino, “Piazzale senza nome”, poesia che conduce verso “luoghi” reali.

Versi correnti di Luigia Sorrentino, «la luce divora gli infermi/ il tempo è una goccia…

24 Giugno 2022

Ciao Patrizia!

La vittoria di Patrizia Cavalli, nel 1993, con il libro "Poesie (1974-1992)", edito da Einaudi,…

22 Giugno 2022

#1Libroin5W.: Elisa Audino, “Orata in offerta”, Capponi Editore.

CHI? La protagonista è Martina, commessa al banco del pesce di un supermercato di provincia…

22 Giugno 2022