Spettacoli

XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto da Mimì Scalia.

Nella splendida Milo, da martedì 27 luglio, in un clima effervescente di fiduciosa ripresa, ha preso il via il XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco” diretto artisticamente da Mimì Scalia, organizzato dal Comune di Milo (Ct), dalla Regione Sicilia, dalla Presidenza dell’ARS e dall’Associazione Culturale Filocomica Sant’Andrea di Milo.

Le compagnie in gara si contenderanno il favore del pubblico: sarà il pubblico, anche quest’anno, eccezionalmente, a scegliere i vincitori.

Dal 27 luglio, ore 21.30 luglio, al Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo, sotto i riflettori:  

 “Le Tre Fontane di Presa” di Piedimonte Etneo con “L’avaro”, commedia in tre atti di Molière, regia di Caterina Scuderi. L’a.c. “Giovanni Grasso”, Teatro Stabile di Aci Catena, con “Mu fai ‘nfavuri?”, commedia in due atti, liberamente tratta da “Mi faresti un piacere?” di Daniele Nutini, riduzione, adattamento e regia di Daniela Fichera. L’a.c. “Amici di S. Giovanni Evangelista” di Acireale, con “Avari di Sicilia”, commedia in tre atti di Franco Musumeci. La Compagnia teatrale “Quelli del Parnasso” di Capobello di Licata, con “Voto nunziale”, due atti brillanti di Calogero Valerio Ciotta, regia di Lillo Ciotta.  

Si registra grande attesa per la serata intitolata “Milo Premia il Teatro” che si terrà, come tradizionalmente, al Teatro Comunale Lucio Dalla di Milo, alle ore 21, sabato 31 luglio 2021, che sarà condotta da Mimì Scalia insieme a Mario Incudine accompagnato per diversi momenti musicali dal Maestro Antonio Vasta e il percussionista Pino Ricosta. “Non mancherà – dichiara la Scalia – un tributo di Incudine al nostro amatissimo e indimenticabile Franco Battiato”.

La storica giuria, presieduta dall’Avv. Vincenzo Zappulla, presidente dell’istituto Storia dello Spettacolo Siciliano, e formata dalla prof.ssa Sarah Zappulla Muscarà (docente Letteratura Italiana, Letteratura Teatrale italiana, Storia del Cinema), dal sig. Turi Giordano (attore e regista), dal sig. Agostino Zumbo (attore e regista), dal sig. Fabio Costanzo (attore), dal dott. Gianfranco Barbagallo (avvocato specialista in Diritto dell’Arte e Legislazione dello Spettacolo e componente dei TrequArtisti cabaret) e dal sig. Luciano Patanè (in rappresentanza del Comune di Milo), ha collaborato all’organizzazione del Premio “Musco” e parteciperà attivamente alla serata conclusiva.

Con Roberta Barbagallo, arricchiranno la conduzione, alternandosi a Mimì Scalia e Mario Incudine, gli attori Turi Giordano, Fabio Costanzo e Agostino Zumbo che doneranno indimenticabili sketch teatrali. 

Quest’anno il Premio Speciale sarà assegnato a Gino Astorina, componente dello storico gruppo cabarettistico catanese “Il Gatto blu”, Gino Astorina è uno dei maggiori esponenti della comicità catanese. Protagonista incontrastato da oltre trent’anni della scena teatrale etnea, ha creato anche un teatro che prende il nome dal gruppo che è diventato punto di riferimento dell’arte teatrale siciliana. Sul grande schermo vanta anche una esilarante partecipazione nel primo film di Ficarra & Picone, “Nati Stanchi” ma in tantissime altre pellicole. 

Nel corso della serata, non mancherà il prezioso il “Momento Letterario” – voluto dalla Scalia – che vedrà quest’anno la presenza dello scrittore Massimo Maugeri, autore del libro “Cetti Curfino” pubblicato dalle prestigiose edizioni La nave di Teseo, che per l’occasione riceverà il Premio Cultura – XV Premio Nazionale Teatrale “Angelo Musco. Finalista della XXXII edizione del Premio Letterario nazionale “Chianti”, Cetti Curfino è un romanzo potente sull’origine delle azioni umane e sul mistero di ogni delitto, costruito come un valzer tra due personaggi che cercano nella scrittura la propria verità. Maugeri interverrà, sarà premiato e intervistato dalla giornalista Grazia Calanna.

l'EstroVerso

Un nome, l’EstroVerso, per un duplice significato: l’inventiva del verso (pensiamo alla forza creativa della parola) e l’estroversione connaturata al desiderio di condividere (in libertà) due passioni indissolubili, scrittura e lettura.

Share
Pubblicato da

Recent Posts

Trucillo, una scrittura febbrile e temeraria.

Commentario a una specie di gioia (Oèdipus edizioni, 2021, pp. 88, euro 12) è il…

26 Gennaio 2022

Le “Ballate nere” di Diego Riccobene, un processo di “catabasi” cui sussegue la “risalita”.

Diego Riccobene (Alba, 1981) si laurea in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Torino;…

25 Gennaio 2022

Docufilm (1) Festival e Premio Letterario Paolo Prestigiacomo San Mauro Castelverde 2021

Festival e Premio Letterario Paolo Prestigiacomo San Mauro Castelverde 2021 - Diretto da Fabrizio Ferreri …

24 Gennaio 2022

Docufilm (2) Festival e Premio Letterario Paolo Prestigiacomo San Mauro Castelverde 2021

Festival e Premio Letterario Paolo Prestigiacomo San Mauro Castelverde 2021 - Diretto da Fabrizio Ferreri …

24 Gennaio 2022

“7 poemetti” di Franca Alaimo, preziose “luci” verso “altre dimensioni del nostro sentire”.

Una vita. Cos'è una vita? Bella domanda. A cui forse, senza pretese, la poeta Alaimo…

24 Gennaio 2022

Zebù bambino di Davide Cortese “indaga la natura del maligno”.

Ogni credo, religione ha tentato di indagare la natura del maligno. Molteplici e diverse sono…

12 Gennaio 2022