Alla George Billis Gallery di New York “…Going” di Woods con Collier, Inserillo, Lee, Parker Maier, Previtera e Scott

Alla George Billis Gallery di New York “…Going” di Woods con Collier, Inserillo, Lee, Parker Maier, Previtera e Scott

Giorno 7 Novembre alle ore 18:00 s’inaugura, presso la George Billis Gallery di New York, la personale di Karen Woods dal titolo: …Going, curata da Robin King e Carla Ricevuto. Le opere dell’americana Karen Woods, artista iperrealista, possono essere paragonate a una finestra che ha accesso ai nostri pensieri e desideri più intimi. Capita che quando guardiamo fuori dal finestrino di un treno, di una macchina o di un aereo, con la nostra mente, facciamo un altro viaggio, un po’ più intimo che parte dalla nostra testa e arriva al nostro cuore… è lo stesso percorso intimo che l’artista fa nel suo studio ma che rende pubblico e condivisibile nel momento di una mostra. Come sostiene l’artista: “Queste immagini sono delle suggestioni liriche che permettono a ognuno di riconoscere la bellezza nel semplice quotidiano”.
Le curatrici hanno, inoltre, arricchito l’esperienza di questa personale ponendo l’accento sulla figura e sullo sguardo femminile. Infatti, contemporaneamente alla mostra della Woods saranno esposte le opere di sei differenti artiste, per stili e nazionalità.
Sadikisha Collier, Grazia Inserillo, Kee-Sook Lee, Silvya Parker Maier, Cetty Previtera e Madge Scott raccontano, tramite le loro opere passaggi, cambiamenti e mutazioni che ben si relazionano con tutto il concept della mostra.
La King e la Ricevuto continuano, così, il progetto dedicato al tema della diversità e dell’inclusione, già iniziato con la mostra Alone Together, tenutasi alla Geroge Billis Gallery nel mese di settembre. Tra le sei artiste due provengono dall’Italia e più precisamente dalla Sicilia: Grazia Inserillo e Cetty Previtera.
Grazia Inserillo, fiber artist, presenta un dittico dal titolo Paesaggi sulla pelle un lavoro realizzato con pelli di tamburo. L’opera è caratterizzata dalla presenza di un paesaggio smembrato: da un lato, sul registro inferiore, troviamo una composizione che emerge da un fondo chiaro il quale ricorda l’abbraccio di una soffusa luce lunare. Un agglomerato d’intrecci terrosi che sembrano innalzarsi verso il cielo. Dall’altra parte, invece, un fondo scuro, che ricorda la terra appena bagnata da una fresca ma violenta pioggia estiva, dove emerge una luna circondata da una fitta nebulosa. Da suoi piccoli crateri fuoriescono dei fili, come lacrime, che mirano a raggiungere quella parte di paesaggio che però ha vita in un’altra dimensione.
Cetty Previtera, pittrice, presenta: Dream up and think pink, un paesaggio riecheggiante il modus operandi impressionista al quale si sovrappone un’interiorizzazione degli ambienti esterni che introducono ad un percorso intimo e viscerale. Un viaggio che attraversa lo spazio visibile e invisibile. Le sue pennellate forgiano visioni oniriche a fior d’acqua, dove contrasti di luce ci regalano forme familiari ma allo stesso tempo spiazzanti. Un viaggio intimo, una porta socchiusa verso alterazioni ora concrete e ora in dissolvenza.
…Going è stata pensata dalle due curatrici come una celebrazione del viaggio e del cambiamento perché alla fine, come sostiene la curatrice Carla Ricevuto: “Che cosa spinge un essere umano a lasciare dietro di se una parte di vita che sembrava ben salda?
Qual è la cosa che determina la scelta di lasciare tutti i cocci, di una vita vissuta, sul pavimento in attesa che un colpo di vento possa disperdere tutto in aria?
Non c’è vita senza la sopravvivenza e non esiste essere umano che non faccia i conti con il cambiamento. Questo fa paura e a volte terrorizza. Arriva il momento in cui ci accorgiamo che qualcosa dentro di noi sta cambiando che la vita che stiamo conducendo non è quella che desideravamo, quella che non avevamo sognato.
Cambiare in onore di ciò che si desidera, non è una rinuncia ma è un atto d’amore verso se stessi. Spesso, andare via è l’unica scelta per amarci ancora di più”.

Cetty Previtera, “Dream Up and Think Pink”, 2019, olio su tela 95×90 cm.

…Going

A cura di Robing King e Carla Ricevuto

Ariste: Karen Woods – Sadikisha Collier – Grazia Inserillo – Kee-Sook Lee – Silvya Parker Maier – Cetty Previtera e Madge Scott.

Dal 5 novembre al 7 dicembre, 2019
GEORGE BILLIS GALLERY
521 West 26th Street, 7 Floor
Between 10th and 11th Avenues
New York, NY 10001
212.645.2621
gallery@georgebillis.com

Potrebbero interessarti anche