‘Ognuno vuole avere il suo dolore’ (Silvia Bre)

‘Ognuno vuole avere il suo dolore’ (Silvia Bre)

rubrica, La rosa necessaria

 

(Silvia Bre)

Ognuno vuole avere il suo dolore
e dargli un corpo, una sembianza, un letto,
e maledirlo nel buio delle notti,
portarlo su di sé tenacemente
perché si veda come una bandiera,
come la spada che regala forze.
Ma c’è persa nell’aria della vita
un’altra fede, un dovere diverso
che non sopporta d’esser nominato
e tocca solamente a chi lo prova.
È questo. È rimanere
qui a sentire come adesso
l’onda che sale nelle nostre menti,
le stringe insieme in un respiro solo
come fosse per sempre,
e le abbandona.
Ma nemmeno la pupilla d’un cieco
dimentica l’azzurro che non vede.

(da Il riscatto dal silenzio, a cura di A. Lo Passo, Macabor 2017)

 

Forse, nessuno si preoccupa davvero del dolore altrui. Il vero atto di generosità è dell’aria, che agisce indisturbata, e sfiora al nostro passaggio un’antica possibilità.

 

 

in copertina ph Dora Maar

Potrebbero interessarti anche