GIOIA (Antologia di poeti bambini)

GIOIA (Antologia di poeti bambini)

 

A cura di Davide Cortese
Fotografie di Dino Ignani

(Questo libro è dedicato alla memoria di Iqbal Masih e a tutti i bambini che, come lui, desiderano un mondo più giusto)

I bambini sono le “nostre divinità domestiche”, scrive la poetessa Mariangela Gualtieri, evocando in noi le parole di Dante Alighieri: “Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini”. “Il bambino è un amore diventato visibile”, scrisse Novalis. Molti poeti hanno scritto versi sui “cuccioli della nostra specie” (ancora Mariangela Gualtieri). Eugenio Montale li definì “teneri e feroci”. Nei versi di Maria Grazia Calandrone li ritroviamo “bassi, vicini al senso delle cose,/ corolle aperte / a un palmo da terra”. “Non hanno disciplina, né ipocrita censura./ Sono come li vedi, sono natura”, ha scritto di loro Maurizio Cucchi. “I bambini sono come i marinai: dovunque si posano i loro occhi, è l’immenso”, scrive il poeta francese Christian Bobin. “I fanciulli trovano tutto nel nulla, gli uomini il nulla nel tutto”, scrisse Giacomo Leopardi. Giorgio Caproni definì l’infanzia “la sola età pura dell’uomo”. Giovanni Pascoli avvertì: “Sappiate che per la poesia la giovinezza non basta: la fanciullezza ci vuole!” In questa antologia sono i bambini a scrivere versi, a mostrarci come ciascuno di loro sia nato poeta, poiché ogni bambino ha in sé un mondo segreto e il segreto del mondo, poiché custodisce un sapere che gli adulti hanno perduto, un candore che è cifra di spudorata bellezza, una meraviglia che schiude il mondo alla gioia, allo splendore del senso nelle più piccole cose, una freschezza che stilla vitalità, una potente immaginazione, una poderosa e autentica libertà […].

(dall’introduzione di Davide Cortese)

 

Tre poesie

 

ANDREA CURTU
“Ciao, io mi chiamo Andrea Curtu, ho dieci anni. A me piace lo sport. Per me la poesia è scrivere qualcosa su un’emozione o un elemento. Per me viene dal cuore. Per me la poesia è piena d’armonia o di rime e pensieri”.

IL DONO

Il dono è la felicità,
il dono si compra in città.
Il dono è l’allegria
ma non è soltanto mia.
Il dono è l’amore
che ognuno ha dentro il suo cuore.
Il dono è l’armonia
che porta la povertà via.

 

 

ALESSIO GARGANI

“Io sono Alessio Gargani, ho dieci anni. Amo lo sport e l’odore di cornetti. Per me la poesia non sono semplici parole, ma felicità e anche tristezza”.

SENZA TITOLO

L’oscurità è dolce come il cioccolato.
L’oscurità ti fa paura come un clown a mezzanotte.
È come l’odore di benzina.
L’oscurità è come una piuma.
L’oscurità è una voce mostruosa.

 

 

ALICE MOSCATELLI

“Io sono Alice Moscatelli, ho undici anni. Adoro la nutella. Amo mamma, papà, Messie e Angelo. Per me la poesia è una penna che scrivendo dà emozioni forti”.

IL RISCALDAMENTO DELL’AMORE

Sto ancora qui,
sperduta tra anime.
Ed è quando ritorni dal tuo volo
che non vuoi atterrare,
senti freddo
e provi calore
grazie al bene che gli amici scaldano.

Potrebbero interessarti anche