Silvia Bre. LA FINE DI QUEST’ARTE

Silvia Bre. LA FINE DI QUEST’ARTE

Silvia Bre La fine di quest'arte EINAUDI

 

 

Silvia Bre è nata a Bergamo e vive da molti anni a Roma. Per Einaudi ha pubblicato: Le barricate misteriose (2001), Marmo (2007), insieme a Marco Lodoli, Snack Bar Budapest (2008) e La fine di quest’arte (2015). Oltre a Emily Dickinson (Centoquattro poesie e Uno zero più ampio) ha tradotto, tra l’altro, Il canzoniere di Louise Labé (Mondadori 2000). Di seguito cinque poesie scelte dal libro La fine di quest’arte, Giulio Einaudi editore, 2015.

 

*

Si può scavare nella scena del giorno
come l’occhio nel verde
basta un maestro piccolo, una guida
alla volta, uno che è linea di montagna
ramo di salice, lavanda, fatti cosí
perché lo spazio insegna a conquistare
il cielo dietro e piú lontano
è libera pazzia che cerca ancora
e scava in fondo a sé, finché mi avvista.

*

dunque l’inverno
il vorticare della vista al gelo delle distanze
l’idea di un tempo cavo mentre infuria la profezia
come canto che muove un altro canto
e la veggenza di chi dalla panchina
farà a meno di un colore alla volta fino all’ombra
fino alla fantasia d’essere cieco
la notte che Lucia si leva gli occhi
e la cosa e il pensiero
infuocano di sé il minuto stesso
per aggiungere giorno al giorno dopo
giorni che torneranno uno alla volta al mondo
piccolissimo luogo della mente
dove il mito si placa e si realizza

*

Se il nostro luogo è dove
il silenzioso guardarsi delle cose
ha bisogno di noi
dire non è sapere, è l’altra via,
tutta fatale, d’essere.
Questa la geografia.
Si sta cosí nel mondo
pensosi avventurieri dell’umano,
si è la forma
che si forma ciecamente
nel suo dire di sé
per vocazione.

*

Poi muoviamo le pentole nella sua casa
facciamo rumore chiamandoci
da una camera all’altra, perché il reale
in cui provava lo strazio di sognare
è qui, affondato nei dettagli
tra le stelle di natale.
Lasciati andare, padre, dentro noi.

*

Eppure nella selva del molteplice
dire no di volta in volta
no a tutto
e solo estrarre per nessuno mai
il minimo fluttuante
unico sí che sono
mi è piaciuto.

Potrebbero interessarti anche