Leonid Afremov
Leonid Afremov

Inediti d’autore

  
 
 

era voce di nebbia

 
era voce di nebbia e di fogliame
l’ora solidale
a figurarsi in ombra – retroscena –
ma la ribalta è luce quotidiana
affaccendata a passo claudicante
al canovaccio steso per fondale :
lui fa da sfondo al nulla
dove il silenzio muore di rumore
 
 
*
 
 
essere a casa
 
rantolando lentamente i passi
e risalendo il mare
all’emozione
– unica voce dal rumore fondo –
essere a casa
dove la notte sta prima del sole
 
 
 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on tumblr
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Potrebbero interessarti

2 risposte

  1. Pingback: Wayne

I commenti sono chiusi.