Patrizia Valduga, IL CUORE SANGUINA

Patrizia Valduga, IL CUORE SANGUINA

wayne-thiebaud

estroversi

*
*

Il cuore sanguina, si perde il cuore
goccia a goccia, si piange interiormente,
goccia a goccia, cosí, senza rumore,
e lentamente, tanto lentamente,
si perde goccia a goccia tutto il cuore
e il pianto resta qui, dentro la mente,
non si piange dagli occhi, il pianto vero
è invisibile, qui, dentro il pensiero.

*

Patrizia Valduga, Requiem, in Dopo la lirica, Poeti italiani 1960-2000, a cura di Enrico Testa, Giulio Einaudi editore, 2005.

Potrebbero interessarti anche