Chiuse le serrande si srotolano
temporali sulle cale vuote
le barche tubano nello stagno
del porto un uomo cerca il suo pesce
con canne lunghe e nere miracolose
meduse dai ventri viola turgidi anelli
attorno al monte portali d’autunno
intorno alle quattro pomeridiane
si ferma il vento odore
di un toscano lontano si vede
un grattacielo o forse un albero non so
capire da dove arrivi il sole.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on tumblr
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Potrebbero interessarti