L’oscurarsi delle acque. (Özdemir İnce)

rubrica, La rosa necessaria

 

 

(Özdemir İnce)

L’oscurarsi delle acque.

 

Stabilisci un intervallo tra due dolori,
sta affondando il delta della giovinezza.

Mi sono inchinato,
ho guardato il tuo corpo che apre il mare,
è iniziato a diventare secco
a partire dalle unghie,
la linfa della mano destra è avvizzita.

Hai sempre taciuto,
non è stato aperto il sigillo della tua bocca,
nessuno sa che cosa è passato
tra te e
il settembre offeso

 

Ankara, 30.05.1981

(cielo, il cielo, a cura di Gülbende Kuray Ulusoy. Poiesis editrice, 2012)

 

 

Stabilire un intervallo: scriversi da nessun luogo, sentirsi per vie che non si misurano. È un’insurrezione delle età. 

 

 

 

 

in copertina Sam Moqadam, Kish, Iran, by Unsplash.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on tumblr
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Potrebbero interessarti