#1Libroin5W.: Paola Tricomi e Andrea Bianchi, Dialoghi negromantici, p.u. Bookabook.

Chi?

Dialoghi negromantici crea un contatto diretto con cinque uomini e cinque donne tra i più noti del mondo classico. Attraverso la mediazione dei giornalisti Arthur Dori e Claudine Pol, dalle loro postazioni toscana e siciliana, sarà possibile chiedere a Medea, Odisseo, Eracle, Sisifo e molti altri ogni curiosità. Ad ogni puntata, inoltre, il nostro fedele aedo digitale, Leon il mitico, narrerà per tutti la storia di ogni personaggio evocato.

Cosa?

Il libro nasce un po’ per gioco e un po’ per amore dal credere che il mito classico possa nutrire tutti noi ancora molto. L’uso della letteratura come evocazione del passato o delle anime in esso custodite è una pratica molto antica. Noi ci siamo chiesti: cosa accadrebbe se questo rito fosse trasposto ai giorni nostri? I temi trattati sono, dunque, quelli che ogni trama mitica suscita, ma trasposti ai giorni nostri. Un tentativo di rendere i protagonisti del mito alla portata di tutti e trarre dalle loro storie spunti di riflessione per le nostre vite.

Quando?

Nella primavera del 2018 mi trovavo a Milano in ospedale perché non stavo bene. Al Centro clinico NeMo il personale medico e paramedico tentavano di riabilitarmi in tutti i modi possibili e io cercavo un luogo nella mente per star tranquilla, arenarmi in attesa che il sole risorgesse. Un giorno stavo facendo le mie spirometrie di dovere giornaliero con la mia fisioterapista respiratoria e ebbi all’improvviso un’apparizione: MEDEA. Nella sala in cui mi trovavo, infatti, c’era una donna col camice che appariva in una somiglianza estrema alla Medea di Pasolini. I suoi capelli ricci rossi, la carnagione chiara, la postura estatica, i suoi gioielli di rame: tutto di lei mi ricordava Medea secondo il mio immaginario. Allora la chiamai: “Medea, Medea! Che fai qui?” Tutti intorno a me credevano che fossi impazzita. “Io sono Sara”: mi rispose la sosia di Medea. Ci intrattenemmo a discutere della sua incredibile somiglianza. Nel pomeriggio mi venne a trovare Andrea Bianchi che in quel periodo si trovava a Milano. Per distrarmi e tenermi compagnia mi rivolse un questionario improbabile tratto dagli “APPUNTI DA UNA LEZIONE DI LETTERATURA CONTEMPORANEA: IL RUOLO DEL POETA” di Bolaño. Fu lì che gli proposi: “perché non intervistiamo personaggi del mito?”

Dove?

L’idea è nata a Milano, ma il testo è stato fisicamente redatto in uno spazio virtuale e affettivo di congiunzione che ha tenuto insieme noi due, attraverso scambi di email, mentre conducevamo parallelamente le nostre vite tra Italia del nord e del sud.

Perché?

Nacque così “Dialoghi negromantici”, dalla tenerezza di Andrea e dal mio bisogno di salvarmi. Nello scrivere, tuttavia, e nel rileggerci, ci siamo resi conto che realmente il mito è vicino a tutti noi e può aiutarci concretamente nei piccoli e grandi problemi di ogni giorno.

illustrazione di Paola Tricomi

Un passo scelto per voi

Quando il vento soffia, sono rombo insopportabile e allucinogeno. Quando si arresta terribile, nello stagnante immobile di vele, sono silenzio atroce. Come le onde. Certamente noi tessiamo ora il mito e siamo le domande e siamo le risposte.

Nota 1:

Il testo è corredato da filastrocche che raccontano di ogni personaggio mitico la storia. Grazie allo strumento della rima, esse rendono il testo fruibile e adatto anche ai ragazzi che per la prima volta si accostano a queste favole antiche.

Nota 2:

Il testo è corredato da illustrazioni realizzate da Paola Tricomi. Crearle è stata la fase più complessa e insieme divertente di tutto il percorso di formazione dell’opera. “La complessità è derivata dal fatto che dovessi ispirarmi alle rappresentazioni classiche, ma dovessi avvicinarmi al gusto contemporaneo. Inoltre si trattava di realizzare illustrazioni e occorreva rimanere nel genere. Il divertente è stato lo scatenarsi di fantasia e colori messi in atto, il loro prender forma”, dichiara la Tricomi.

Nota 3:

Dialoghi negromantici è un romanzo di prossima uscita per Bookabook editore. Bookabook ha lanciato il 18 febbraio una campagna di crowdfunding e in trenta giorni ha venduto già 200 copie! La campagna di crowdfunding è stata supportata da Nadia Terranova dalla cui penna si stenderà la postfazione dell’opera.

Da questo link è possibile pre-ordinare la propria copia:
https://bookabook.it/libri/dialoghi-negromantici/?fbclid=IwAR2hdFQMGbA89hE9ujS0k4O2ckzfKA-VbweKz2oJR0Rt5qmlUlOGaNVs8F8

Paola Tricomi e Andrea Bianchi Dialoghi negromantici è un romanzo di prossima uscita per Bookabook editore

Paola Tricomi nasce il 24 Giugno del 1991 a Catania, si laurea in Filologia classica all’università di Catania e si diploma alla Scuola Superiore di Catania. Attualmente è dottoranda presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha pubblicato tre sillogi poetiche: “Nel cuore – En thumò” (2010, La voce dello Jonio); “Il nome del Nulla” (2013, A & B editore); “La voce a te donata” (2016, Algra editore). Due romanzi in self-publishing: “Sahél. Lettere perdute di te” e “21. Storie di ventunenni nel ventunesimo secolo”. Nel 2019 il romanzo “Il canto del mare”, edito da Algra editore.

Andrea Bianchi nasce a Rivalta di Torino il 14 Marzo 1992, si laurea in Storia e Civiltà all’Università di Pisa e consegue il diploma presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. È caporedattore della rivista letteraria “Pangea”, ha lavorato come traduttore e come ghostwriter.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on tumblr
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email

Potrebbero interessarti