Il gruppo statunitense dei Toto in concerto al Teatro Antico di Taormina

Il gruppo statunitense dei Toto in concerto al Teatro Antico di Taormina

I Toto su l'estroverso 19 luglio teatro antico di taormina

Si registra grandissima attesa per il concerto dei Toto al Teatro Antico di Taormina (domenica 19 luglio 2015, ore 21.30) che hanno già conquistato le platee di Milano e Roma. Indiscussi protagonisti nell’unica tappa meridionale del tour i Toto, definiti da Eddie Van Halen collettivamente i migliori musicisti del pianeta. Ricordiamo che il gruppo statunitense, membro della Hall of Fame, ha vissuto una leggendaria carriera che include 17 album, più di 35 milioni di copie vendute in tutto il mondo con molti dei loro brani in testa alle classifiche tra cui Africa, Hold The Line, Rosanna, I Won’t Hold You Back e I’ll Be Over You, oltre al loro Toto IV che li ha fatti entrare nella storia rendendoli i primi artisti a vincere 6 Grammy Awards per un album.

La loro straordinaria perizia tecnica qualifica il tour 2015 pensato per presentare il nuovo album Toto XIV e contraddistinto dal ritorno dello storico bassista David Hungate come dall’ingresso dei nuovi membri Keith Carlock alla batteria e Lenny Castro alle percussioni. Completano la formazione: Steve Lukather (chitarre voce), David Paich (tastiere e voce), Steve Porcaro (tastiere), Jospeh Williams (voce), David Hungate (basso), Keith Carlock (batteria), Lenny Castro (percussioni).

  toto Toto 2015 l'estroverso

Prezzi dei biglietti concerto del 19 luglio 2015 al Teatro Antico di Taormina (organizzazione a cura di Show Biz s.r.l.)

Platea numerata € 70,00 + € 10,50 d.p.;

Gradinata numerata € 60,00 + € 9,00 d.p.;

Gradinata non numerata € 50,00 + € 7,50 d.p.

I biglietti si acquistano su: www.ticketone.itwww.ctbox.itwww.circuitoboxofficesicilia.it

 Toto XIV su l'estroverso

Tracklist Toto XIV

1. Running Out Of Time

2. Burn

3. Holy War

4. 21st Century Blues

5. Orphan

6. Unknown Soldier (For Jeffrey)

7. The Little Things

8. Chinatown

9. All The Tears That Shine

10. Fortune

11. Great Expectations

toto su l'estroverso tuour 2015 logoIl gruppo si forma a Los Angeles intorno al 1978, su iniziativa dei due fratelli Porcaro, Jeff e Steve, noti sessionmen che coinvolgono nella line-up dei Toto anche il chitarrista Steve Lukather, il tastierista David Paich, il bassista David Hungate e il cantante Bobby Kimball. Il loro primo 45 giri, “Hold the line”, anticipa l’uscita dell’album d’esordio Toto e finisce per vendere più di un milione di copie. Il loro rock radiofonico, e sorretto dai virtuosismi dei vari solisti, finisce per incarnare un vero e proprio modello, oltre che per il pubblico, anche e soprattutto per altri musicisti, così come gli album dei Toto vengono sempre additati come esempio di produzione perfetta. Hydra, del 1979, e Turn Back, dell’81, preparano il passo per Toto IV, l’album che li consacra alla notorietà mondiale grazie a singoli come “Africa” e “Rosanna”, e permette al gruppo di aggiudicarsi ben sei Grammy Awards. David Hungate viene sostituito da Mike Porcaro, mentre la defezione del cantante Bobby Kimball viene arginata ricorrendo a Dennis Frederickson, e con questa rimaneggiata line-up il gruppo pubblica Isolation, che però non riceve la stessa accoglienza dell’album precedente. Lo stesso succede con Fahrenheit, l’album del 1986 che permette al gruppo di rimanere a galla in qualche modo. Le cose non cambiano con The Seventh One, mentre Steve Porcaro esce dal gruppo pur continuando a seguirlo part-time. Gli anni ’90 ritrovano i Toto in azione con un nuovo album, Kingdom of Desire, nel 1992, pubblicato dopo la tragica morte del batterista Jeff Porcaro avvenuta per una crisi cardiaca derivante da abuso di cocaina. Nel 1995 esce Tambu, seguito nel 1998 da Toto XX, una raccolta di materiale inedito che esce per celebrare il ventennale di attività del gruppo. Nel 1999 viene pubblicato Mindfields, album che vede il gruppo tornare a lavorare su soluzioni melodiche molto simili a quelle già sperimentate su Toto IV. Nello stesso anno, registrato nel corso del tour estivo, arriva Livefields. Dopo un periodo dedicato a coltivare molteplici produzioni e progetti collaterali (Lukather e il batterista Simon Phillips collaborano anche nella band fusion Doves Of Fire), il gruppo – che da qualche tempo ripropone in formazione anche il vocalist originale Kimball – si riunisce per registrare l’album di cover Through the looking glass, il primo per la nuova etichetta Cmc/Emi. Dopo Live Amsterdam, i Toto annunciano per il 2006 Falling in Between, con un tour che li porta anche in Italia. L’album viene accolto molto positivamente sia dalla critica sia dai fan: durante la tournée mondiale Leland Sklar sostituisce al basso Mike Porcaro infortunato. Del 2007 è Falling in between live doppio cd per commemorare le date live. La band –a inizio 2008 –annuncia che uscirà un dvd del concerto di Parigi del marzo 2007, nonché che ci sarà un nuovo tour per celebrare i trent’anni di carriera. Il 12 ottobre 2009 il gruppo è entrato nella Musicians Hall of Fame. Alla cerimonia erano presenti David Paich, Steve Porcaro, Steve Lukather e David Hungate.I Toto si riuniscono temporaneamente nel luglio del 2010 svolgendo un tour di due settimane organizzato in sostegno al bassista Mike Porcaro, affetto dal morbo di Lou Gehrig e al cantante del 1984-1985 Fergie Frederiksen affetto da un cancro incurabile. Il tour ha visto la partecipazione aggiuntiva di Steve Porcaro alla tastiera (in attività con i Toto fino al 1987 e qualche partecipazione in altri album) e della sostituzione del cantante Bobby Kimball con Joseph Williams (in attività tra il 1986 e il 1988 e qualche partecipazione in altri album) e di quella di Leland Sklar su Mike, rimpiazzato da Nathan East e il ritorno di David Paich alle tastiere sostituendo Greg Phillinganes, oltre agli storici Steve Lukather e Simon Phillips alla chitarra e alla batteria.Nel mese di novembre 2010 i Toto hanno pubblicato sul loro sito ufficiale le prime date di un nuovo tour estivo per il 2011. La formazione sarà la stessa del 2010, quindi Steve Lukather alla chitarra, David Paich e Steve Porcaro alle tastiere, Simon Phillips alla batteria, Nathan East al basso e Joseph Williams come cantante. L’intero elenco delle date si può trovare sul loro sito ufficiale, http://www.toto99.com/tourdates/calendar/list.php Per l’anno successivo, è in programma la pubblicazione in DVD del concerto tenuto al Castello Scaligero di Villafranca di Verona il 17 luglio 2011. I Toto hanno pubblicato sul sito ufficiale le date del tour 2012 di cui 3 in Italia: Lucca, Cattolica e Majano. La formazione comprenderà Steve Lukather alla chitarra, David Paich e Steve Porcaro alle tastiere, Simon Phillips alla batteria, Nathan East al basso, Joseph Williams come cantante, Jenny Douglas-McRae e Mabvuto Carpenter come Background Vocals. L’intero elenco delle date si può trovare sul loro sito ufficiale http://www.toto99.com/tourdates/calendar/list.php. Nel 2013, in occasione dei 35 anni di carriera, i Toto decidono di organizzare un tour mondiale, mantenendo la formazione del tour precedente. Tra le varie tappe, figurano quelle italiane di Milano, Roma (in occasione del Rock in Roma) e Padova.All’inizio del 2014 lo storico batterista Simon Phillips ha annunciato la sua uscita dalla band, per proseguire una carriera solista e deviare verso generi più accomunabili alla fusion. I rapporti fra i Lukather, Paich e gli altri Toto, e Phillips, comunque, sono rimasti molto amichevoli, tanto che fioccano collaborazioni.Come nuovo membro permanente della band alla batteria viene scelto Keith Carlock, già alla batteria con gli Steely Dan. Nel 2014 i Toto hanno completato le ultimi appendici del tour per il 35º anniversario, con Shannon Forrest come turnista a sostituire Carlock (ancora e per l’ultima volta impegnato con gli Steely Dan) per le date nordamericane, e con Carlock che ha il suo debutto come membro dei Toto nelle date in Giappone. Inoltre nello stesso anno viene annunciato un nuovo disco inedito della band, dove Keith Carlock figura come membro effettivo ed è presente in tutte le registrazioni. Il disco è previsto per metà del 2015, mentre a metà del 2014 è previsto il DVD per il 35º anniversario. L’ingresso immediato di un batterista giovane e dallo stile molto complesso e particolare, il disco e i tour interminabili, sanciscono il definitivo (benché effettivamente fosse avvenuto da tempo) ritorno alle scene della band di Los Angeles.

Potrebbero interessarti anche